Skip to main content
Event ended - Missed this event? Check out these other events happening soon Looking for the details about the previous event, just scroll down.

Shortcuts

Loading...

 
 

Loading...

 
 

Loading...

 
 

Nearby events

Loading...

 
 

Event from same category

MICHELA LUCENTI in Hamlet Puppet

Event cancelled

MICHELA LUCENTI in Hamlet Puppet

From EUR 10.00

Location

Date

Aug 07 2022 22:00 - Aug 08 2022 00:00
Billetto Peace of Mind
Book with confidence: Billetto guarantees refunds for cancelled events, ensuring your peace of mind. Learn more
Payment methods accepted:

Description

PRIMA REGIONALE
MICHELA LUCENTI in “Hamlet Puppet” progetto sonoro per spaventapasseri e chitarrista
ultima produzione BALLETTO CIVILE + BLUEMOTION

>> genere: danza, musica dal vivo, teatro, proiezioni e arti visive

di e con Michela Lucenti e con Michele Calcari
immagini Giorgina Pi musiche di Paolo Spaccamonti
disegno sonoro Tiziano Scali supervisione sonora Valerio Vigliar
assistente alla creazione Maurizio Camilli produzione Balletto Civile – Bluemotion/Angelo Mai
con il sostegno del Ministero della Cultura – MIC


“Hamlet Puppet” progetto sonoro per spaventapasseri e chitarrista


Cantò con un filo di voce, una voce che veniva da un corpo non suo, dissotterrato..

Fleur Jaggy

Spettacolo con una forte impronta musicale, una ballad-perfomance sulle vicende dell’Amleto viste con lo sguardo dello Spettro, interpretato da Michela Lucenti accompagnata da Paolo Spaccamonti alla chitarra elettrica, e un giovane danzatore Michele Calcariche incarna con azioni danzate le parole cantate e musicate.

Lavoro coprodotto con Bluemotion/Angelo Mai in collaborazione con Giorgina Pi

Immagino un’ installazione vera e propria, una sonicsphere, un flusso continuo dal quale nascono delle songs come ritornelli che ci rimangono in testa. Sul fondo: sfondo bianco/schermo sul quale vengono proiettato film di campi arati.. un microfono che pende e uno spaventapasseri nascosto da un cappellaccio, nelle mani due fascine.. poi si sveste e diventa un ometto con i baffi.. Davanti il musicista / performer come se fossimo in radio a registrare…. Chi sei che usurpi quest’ora notturna…. Amleto fantoccio del Teatro e figura esistenziale per eccellenza, prendiamo solo alcuni momenti dei suoi monologhi e ne facciamo un disco alla Nick Cave… con tanta musica rock noise alternativa, ma con qualcosa che ti può anche rimanere in testa, dei refrain semplici dentro una musica istintiva con una base colta di testo. <<Se questa mia troppo solida carne potesse sciogliersi in rugiada>> <<come insipidi e inutili mi appaiono le piatte convenzioni di questo mondo>> Amleto non guarda il mondo dall’esterno come uno spaventapasseri? Noi artisti non siamo un po’ la stessa cosa? Il peso dei padri non ricade su ognuno di noi? E quante volte ci chiediamo se sia meglio essere o non essere, forse dormire… mio padre riflesso nell’occhio della mia mente….una performance che unisce musica, recitazione e danza, fuse insieme e tese a un medesimo scopo: riflettere sull’essenza della vita e dell’arte. Anche questa volta si partirà dal vuoto, il corpo e il suono nel vuoto.

<<Essere o non essere, è ancora questo il problema? >>


SILVIA CALDERONI in “You were nothing but wind”
ultima produzione MOTUS

>> genere: performing arts solo, teatro di ricerca

ideazione e regia Daniela Nicolò, Enrico Casagrande e Silvia Calderoni

con Silvia Calderoni ambienti sonori Demetrio Cecchitelli – suono Enrico Casagrande
luce Daniela Nicolò – props e sculture sceniche _vvxxii
una produzione Motus
con il sostegno di MiC, Regione Emilia-Romagna


Motus è una provocatoria e dinamica compagnia di teatro indipendente, dal 1991 in costante movimento tra Paesi, momenti storici e discipline. I fondatori Enrico Casagrande e Daniela Nicolò, animati dalla necessità di confrontarsi con temi, conflitti e ferite dell’attualità, hanno ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui tre premi UBU e altri prestigiosi premi. Il gruppo, esploso negli anni Novanta con spettacoli di grande impatto emotivo e fisico, ha saputo e sa prevedere e raccontare alcune tra le più aspre contraddizioni del presente. Portano i loro spettacoli nel mondo: da Under the Radar (NYC) a TransAmériques e PuSh Festival (Canada), da Santiago a Mil (Cile) al Fiba Festival (Buenos Aires), da Adelaide Festival (Australia) a MITsp (Brasile), da Taipei Arts Festival (Taiwan) a Hong Kong International Black Box Festival, oltre che in tutta Europa.

Dopo la lunga ricerca per la costruzione di Tutto Brucia, spostiamo il fuoco sulla figura di Ecuba,
con un gesto scenico performativo che si allontana dalla teatralità originaria del progetto.
Silvia Calderoni incarna questa donna agguerrita, ne traduce la disperazione e la furia.
Qui, attraversando anche l’Ecuba di Euripide – dove Polimestore le predice che si trasformerà in una “cagna nera con gli occhi di fuoco” – entreremo negli scenari post umani di “un mondo a venire” dove echeggiano soprattutto i latrati di Ecuba,
“che sono in realtà prove di un’altra lingua, la «lingua minore» di cui parlano Deleuze e Guattari nel loro libro su Kafka, cioè di una lingua che viene dopo il potere e la violenza, una lingua che non dice più al mondo come deve essere, ma che accompagna il mondo che c’è,lo segue e lo solleva (…) è la lingua misteriosa che parlerà l’umanità dopo che tutto è bruciato. Una lingua terra terra, né umana ma nemmeno non umana, polverosa e umile. Ora c’è solo la cenere, e i corpi. Ma il terreno è sgombro. Qualcosa può cominciare.”

(Felice Cimatti, dalla recensione di Tutto Brucia)

* spettacolo sconsigliato al pubblico inferiore ai 12 anni


Organiser

Oggi il Festival è in grado di dare vita a nuove forme, operando una vera incursione nei luoghi, che diventano teatro all’aperto, spazi visionari, all’interno dei quali il pubblico incontra suggestioni e contaminazioni tra danza, musica, performance teatrali e nouveau cirque. Teatro nel bicchiere viene “dal basso”, la pulsione prende vita dal desiderio di dare luce a un territorio ricco di potenzialità inespresse, ricco di bellezze naturali e storiche, eccellenze enoiche, mancante però di stimoli culturali. Da qui prende piede la nostra visione, affiancare alla radicata cultura enologica quello che mancava. Il borgo, vestito a festa da installazioni di nastri colorati, diventa luogo magico dove teatro, musica, danza e performance si snodano tra un calice di Morellino e un incontro. Coinvolgiamo le persone, le guidiamo e inspiriamo, sapendo parlare a un pubblico trasversale, che negli anni, dopo il teatro, ha scoperto il cabaret, la danza, e ha apprezzato proposte di musica di ricerca. Nel contesto del paese trasformato le forme di spettacolo si armonizzano e si integrano. Così nasce Teatro nel Bicchiere, un’esperienza da provare.  

Teatro nel Bicchiere Festival giunge quest’anno al traguardo della X edizione, si colloca tra i festival più significativi, votato alla contaminazione dei generi e all’esplorazione di nuovi linguaggi. Prende vita dalla visione di dare respiro e luce  a una terra, la nostra Maremma, così stupefacente da meritare l’impegno e la perseveranza di un lavoro lungo dieci anni. Per favorire il turismo culturale offrendo la possibilità di assistere a spettacoli e performance d’eccellenza.

Dal 2012 al 2020 nove edizioni di Teatro nel Bicchiere Festival, in borghi, parchi archeologici, luoghi storici della zona, antichi conventi, spiagge, cantine medievali, giardini segreti e teatri, in collaborazione con i Comuni di Scansano, Orbetello e Grosseto. Ha curato la direzione artistica di “Gustatus il senso del gusto” ad Orbetello per tre edizioni, riqualificando la manifestazione, con l’introduzione di spettacoli multidisciplinari rilevanti ed esposizioni di nuove leve dell’arte figurativa. Con il Comune di Orbetello abbiamo anche realizzato tre edizioni di festival congiunto. Negli anni l'Associazione viene chiamata a creare eventi site-specific in aziende vitivinicole di rilevanza della DOCG.

Teatro nel Bicchiere opera nel cosiddetto “Far West della Toscana” la Maremma, con un piglio da festival metropolitano, svolge la funzione di aggiornamento della scena nazionale, e da vetrina di nuove proposte emergenti. I risultati sono stati evidenti da subito, con una grande affluenza di pubblico, trasversale nell’età e variegato nella provenienza. L’offerta culturale spazia dagli spettacoli interattivi, a quelli per bambini, a quelli per gli “addetti ai lavori”. I destinatari sono il bacino d’utenza provinciale e i turisti. Gli spettatori saranno invitati a partecipare attivamente, in un approccio curioso verso l’ambiente conosciuto, che nel tempo straordinario della festa, acquisisce nuovi significati. Proponiamo esperienze di interazione, al fine di sviluppare un senso di appartenenza. 

Venue

Piazza Ferrucci Piazza Ferrucci, 58054 Scansano GR, 58054 Scansano

FAQ

  • I have not received my ticket via email. What should I do?

    The first thing to do is check your spam/junk filters and inboxes. Your tickets were sent as an attachment and can be thought of as spam by some email services. Alternatively, you can always find your tickets in your Billetto account that you can access in the browsers or the dedicated Billetto app. For more help with this, read here.

  • I wish to cancel my ticket and receive a refund. What should I do?

    The approval of refunds is entirely at the event organiser’s discretion, and you should get in contact with the event organiser to discuss what options are available to you. To get in touch with the event organiser, simply reply to your order confirmation email or use the "Contact organiser" form on the organiser's profile. For more help with this, read here.

  • I have registered on the waiting list, what happens now?

    If more tickets become available you will be notified (by email) amongst others who have joined the list. Purchasing is on a first-come first-serve basis. For more information, read here.

  • Where do I find a link to an online event?

    Check your order confirmation page or order confirmation email. Usually, the organiser of the event provides the details in the order confirmation email or they might send you a follow-up email with a link to their online event. You might also want to read the event description on Billetto where an event organiser should describe how to join the event online. For more information on this, read here.

  • What is refund protection and why would I need it?

    Refund Protection provides you with the assurance that if unforeseen and unavoidable circumstances interfere with your ability to attend an event you can claim a refund. For more information on this, read here.

Scopri di più