Vai al contenuto principale
L'evento è terminato - Vi siete persi questo evento? Date un'occhiata a questi prossimi appuntamenti selezionati a mano!Per i dettagli degli eventi passati, scorrete in basso.

Shortcuts

Caricamento...

 
 

Caricamento...

 
 

Caricamento...

 
 

Nearby events

Caricamento...

 
 

Inizio di uno stesso tipo

Traindeville in concerto

l'evento è terminato

Traindeville in concerto

Da Gratis

Luogo

Data

Gen 20 2024 22:00 - 23:55
Billetto Peace of Mind
Prenota senza pensieri: Billetto garantisce il rimborso per gli eventi cancellati, assicurandoti così la massima tranquillità. Leggi di più
Metodi di pagamento accettati:

Descrizione

Traindeville in concerto

Un treno metropolitano che tocca le stazioni più colorate della musica etnica, dall’indie folk ai Balcani, da Roma al Flamenco passando per il klezmer, sulle ali del ritmo e della giocosità.

Il duo ha viaggiato per le strade dell’Italia, degli USA, della Germania, della Polonia e dell’India, raccogliendo dovunque gioia e partecipazione e organizzando laboratori musicali con i bambini degli orfanotrofi e delle scuole indiane.

Il percorso lungo la Memoria della band di Ludovica Valori e Paolo Camerini li ha portati a essere ospiti nella Cerimonia ufficiale per la Giornata della Memoria 2020 al Quirinale, dove le loro reinterpretazioni di brani klezmer e yiddish sono state molto apprezzate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In occasione della Giornata della Memoria 2022 il videoclip del brano di Ludovica Valori “Roma città Persa” eseguito dal duo in una nuova versione è stato pubblicato in anteprima su Repubblica Roma ed è stato presentato con un mini live in diretta a TV2000.

A Roma i due si sono esibiti in numerosissime manifestazioni estive, serate di comicità, danza e poesia, mercatini, presentazioni di libri e mostre artistiche oltre a tante altre situazioni di strada e di festa. I componenti del duo provengono dalle più varie esperienze musicali, dalla storica formazione gypsy-folk-rock Nuove Tribù Zulu alla tradizione romana rielaborata da Ardecore e BandaJorona, fino al klezmer del Dragan Trio, agli scatenati ottoni della street band Titubanda e alle collaborazioni con attori, giocolieri e danzatori: percorsi che si sono spesso intersecati creando nuove sonorità e affascinanti suggestioni narrative.

Dal 2023 il duo si avvale della collaborazione del chitarrista Fabio Gammone.

Discografia

Con il primo cd Shadows and lights il percorso del gruppo si è arricchito di nuove sonorità: bouzouki e violino, ukulele e chitarra acustica impreziosiscono composizioni originali in italiano, inglese e spagnolo per un appassionante nuovo capitolo del viaggio dei due musicisti, già attivi da molti anni sulla scena folk-rock romana. Il disco è stato incluso nella lista dei migliori dischi indipendenti usciti a Roma nel 2015 da Romasuona.it e nella lista dei 30 cd italiani indie segnalati dal MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti).

Il secondo disco, Caffè Fortuna, coprodotto tramite una campagna di crowdfunding e uscito a dicembre 2017, contiene dieci brani originali in italiano e inglese oltre a due brani tradizionali: una versione molto particolare di Maremma Amara e il classico balcanico Ajde Jano.

Numerosi gli ospiti: dal bouzouki di Stefano Saletti (Novalia, Banda Ikona, Caracas) alla voce della polistrumentista e compositrice indipendente di Seattle Amy Denio (Kultur Shock, OU), oltre a Edoardo Inglese (storica voce della Original Slammer Band) e a musicisti della scena capitolina come Adriano Dragotta (violino), Franco Pietropaoli (chitarre, mandola), Dario Esposito (batteria), Antonio Merola (tamburello), il tutto mixato da Eugenio Vatta nel suo nuovo studio romano.

Il disco è stato presentato in Italia, Francia, Belgio e Lussemburgo. Il brano Taranta Migrante è stato incluso nella compilation “Yayla – Musiche Ospitali” presentato il 20 giugno 2018 con un live a Rai Radio Tre per la Giornata Mondiale del Rifugiato.

Di recente il videoclip La Mia Strada, girato a New York, è stato trasmesso in rotazione nel circuito televisivo delle ,metropolitane di Roma, Brescia, Milano.

“Ancora una volta i Traindeville compongono una musica che porta con sé le tante esperienze di viaggiatori, la polvere delle miniere, il salmastro che rilasciano le onde del mare che si infrangono sulle rive, i dubbi e le incertezze che nascono dall’incontro tra le differenti culture… sapendo, in fin dei conti, che ciò che importa è ‘la mia strada’, unica e particolare per ciascuno, ma che si incrocerà con altre strade che porteranno ancor più lontano.” (Musicanto, 2018)

L'8 settembre 2019 è uscito il nuovo singolo “Il Cavaliere delle Nuvole”, nato da un testo della giornalista televisiva e scrittrice Annalisa Venditti, autrice del libro “Il Cavaliere delle Rose e delle Nuvole” (Edilazio, 2011). La vicenda del celebre meteorologo tv Andrea Baroni, internato militare nei lager nazisti di Ucraina, Polonia e Germania dopo l'8 settembre 1943, ha costituito il prezioso spunto per un brano che parla di libertà, fratellanza, amore al di là di qualsiasi confine. Il videoclip è stato girato in luoghi importanti per la storia di Roma. Dalla Casa della Memoria e della Storia al Roseto comunale (l'antico “Orto degli Ebrei”) fino al Belvedere della Memoria di Roma, valorizzato solo di recente: qui il 5 giugno 1944 perse la vita il dodicenne Ugo Forno, ultimo martire della Resistenza romana.

La copertina del singolo è stata disegnata dal vignettista e illustratore Fabio Magnasciutti.

In occasione della Giornata della Memoria 2022 il videoclip del brano di Ludovica Valori “Roma città Persa” eseguito dal duo in una nuova versione è stato pubblicato in anteprima su Repubblica Roma. (https://www.youtube.com/watch?v=jc4_r4ChrL0)

Nel 2022 la band ha pubblicato un album antologico, "Canzoni da viaggio collection" che contiene una selezione di brani dai primi due dischi rimasterizzati da Eugenio Vatta e i due singoli usciti successivamente.

Sito www.traindeville.com

Pagina facebook www.facebook.com/traindeville

Canale Youtube https://www.youtube.com/channel/UCphX3MOsSXAz185Ha1B9L0Q

I componenti

Paolo Camerini

Contrabbasso, basso elettrico, loop, percussioni

Nasce a Roma il 13 dicembre del ’69. Si diploma presso il I Liceo Artistico di Roma e successivamente al corso di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti.

Studia contrabbasso jazz e classico, con Andrea Avena, Stefano Cantarano e Willem Peci, (figure di spicco nel panorama jazz/classico della capitale) e contemporaneamente si specializza anche nella tecnica del contrabbasso slap.

Inizia la sua attività di contrabbassista nel 1989 con i Cyclone, formazione psychobilly-rock- sperimentale con cui si esibisce in Italia, Francia, Inghilterra, Germania, Olanda, Austria.

Suona attualmente con il gruppo folk-etno-rock Nuove Tribu’ Zulu, con il quale ha dato vita a un ulteriore progetto (trio), Il Sogno, un viaggio attraverso la poesia, la musica e l’arte.

Nel dicembre 2010 , in collaborazione con Chinh India, l’Istituto Italiano di Cultura di Nuova Delhi e l’Ambasciata Italiana in India, suona con le Nuove Tribu’ Zulu e Now-Nomadic Orchestra of the World, nelle principali città dell’India (Delhi, Mumbai, Chennai, Auroville).

Da gennaio ad aprile 2008 si trasferisce in India, a New Delhi, per collaborare con NOW- Nomadic Orchestra of the World, progetto che nasce dal travolgente incontro tra i musicisti nomadi del Rajasthan e il folk rock delle NTZ.

Nell’ anno scolastico 2008/09 è a Scampia con le NTZ per il progetto di impresa culturale “Piccoli e corti” in collaborazione con l’ associazione La Casa dei Conigli. Nel marzo 2007 è in Sudafrica con le NTZ, per conto della FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana): il gruppo ha condotto una serie di laboratori con i bambini delle township presso l’Afrika Cultural Center per il progetto “A SONG FOR PEACE”. Dal 1989 ad oggi ha suonato ovunque, sia in Italia che all’estero, dai locali ai festival, dai centri sociali ai teatri, dalle radio alla televisione. Ha inoltre, con il resto della tribù, inciso dischi, composto sigle e basi musicali per numerosi programmi televisivi Rai e progettato laboratori musicali per i ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori.

Ludovica Valori

Voce, fisarmonica, pianoforte, tastiere, trombone

Nata a Roma nel 1970, si diploma in Illustrazione nel 1992 presso l’Istituto Europeo di Design di Roma e svolge dal ’91 l’attività di libera professionista nel campo della comunicazione visiva e della musica.

Dopo un paio di esami al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma abbandona lo studio per qualche anno: lavora come illustratrice e grafica, viaggia – soprattutto nei Balcani, dove si dedica a progetti di solidarietà – dopodiché intraprende da autodidatta lo studio della fisarmonica, del trombone e del bombardino. Verso la fine del 1999 entra a far parte della Titubanda (Banda di ottoni da strada), con la quale suona per diversi anni, partecipando a numerosi festival in Italia, Spagna, Francia, Stati Uniti, Serbia, Bosnia, Croazia.

Nell’estate del 2000 forma il quartetto da strada klezmer-balcanico Dragan Trio assieme ad Alberto Popolla, Marco De Persio e Daniele Ercoli. Il gruppo partecipa a numerosi festival buskers italiani.

Partecipa con alcuni soli di fisarmonica e trombone ai cd di Roberto Fega “Metafonie” e “Fave Quotidiane”.

Si laurea presso il DAMS di Roma Tre nel 2006 con una tesi in Teorie e Tecniche dei Nuovi Media.

Nel 2006 incide con il bombardino alcuni brani nel cd della cantautrice Momo “Il giocoliere”, partecipando ad alcuni dei suoi concerti.

Tra 2007 e il 2013 fa parte del gruppo Ardecore incidendo al trombone alcuni brani nel cd “Chimera” (vincitore della Targa Tenco 2007 come migliore opera prima). Partecipa come trombonista e fisarmonicista/tastierista ai loro concerti, tra cui il Festival della Musica Tradizionale Città di Loano con un live dedicato a Luigi Tenco, e il Post-Romantic Empire Fest con un live che vede ospite Nada. Successivamente incidera’ un brano alla fisarmonica nel cd di Nada, “Vamp”.

Partecipa alle incisioni del doppio album “San Cadoco” (2012) e al tour di presentazione del disco.

Dal 2006 al 2013 fa parte del gruppo folk BandaJorona, con il quale sperimenta le potenzialita’ del dialetto romano, componendo brani originali che vengono incisi nell’album “Mettece Sopra” (2012) e partecipando all’intensa attività concertistica dell’ensemble.

Dal 2008 al 2009 suona con gli Her Pillow (storica band romana dedita al folk-rock irlandese): con loro registra il cd di cover punk “La Kapra Kampa”. Continua a collaborare con loro in occasione di spettacoli teatrali ed eventi speciali. Dal 2007 è fisarmonicista, trombonista e pianista delle Nuove Tribù Zulu. Con loro partecipa anche al progetto multiculturale NOW – Nomadic Orchestra of the World, un ponte musicale tra Italia e India che vede la band realizzare un tour in Italia (2009) e uno in India (inverno 2010) a fianco dei musicisti nomadi del Rajasthan. “Banjara!”, il cd frutto di questa esperienza, vede la luce nel 2012 per l’etichetta Materiali Sonori. Nell’estate 2013 esce “Diario Nomade” e a gennaio 2016 l’EP Namasté Om Shanti, dischi di cui cura anche la grafica e l’artwork. A ottobre 2019 esce per Squilibri l’album “Rosa e Fuoco” a cui partecipa come pianista, tastierista, fisarmonicista e compositrice. Nel 2020 produce e pubblica il disco “Suoni dal buio – canti popolari di donne che resistono” insieme alla cantante e chitarrista Susanna Buffa. Il disco viene classificato al decimo posto tra i migliori album dell'anno al Premio Loano per la Musica Tradizionale Italiana. Dal 2019 conduce “Valori in corso – Rock in progress”, una trasmissione settimanale di musica e attualità per Radio Città Aperta, emittente storica del panorama italiano.

Nel 2021 riprende la collaborazione con Ardecore incidendo alcuni brani alla fisarmonica, al pianoforte e al trombone per il nuovo progetto dedicato al grande poeta romano Giuseppe Gioachino Belli, “996 – Le canzoni di G.G. Belli” uscito a per Squilibri Editore nel giugno 2022 sotto forma di libro illustrato, e partecipa ai concerti di presentazione all’Auditorium Parco della Musica di Roma e in varie città italiane. Con Ardecore ha partecipato all’album collettivo “Nella notte ci guidano le stelle”, album di rielaborazioni di canti della Resistenza per Squilibri Editore, vincitore della Targa Tenco 2023 come miglior disco a progetto.

Fabio Gammone
Chitarra

Nasce a Venosa il 9 Dicembre 1981. Si diploma presso il Liceo Classico Quinto Orazio Flacco e successivamente si laurea in Filosofia presso l’Università Federico II di Napoli. Dopo l’università si stabilisce stabilmente a Roma. L’amore per la canzone d’autore lo avvicina alla chitarra che inizia a studiare da autodidatta sin dagli ultimi anni del liceo. Nel 2011 con il gruppo musicale Avast in qualità di chitarrista acustico e autore produce e registra due raccolte di inediti “La realtà c’ha le corna”, e “Canzoni di crude e di cotte” iniziando con i suoi compagni un’intensa attività live di presentazione dei lavori. Nel 2013 in qualità di chitarrista acustico e autore produce e registra l’album “Lavatrici” Edito dalla Cramps Protosound. Vincitori all’Italia Wave Festival Basilicata 2013, gli Avast sono stati invitati all’edizione nazionale dell’Arezzo Wave 2013 presso Il Tenco Ascolta (Club Tenco) a Montesilvano e hanno partecipato alle audizioni live di Musicultura 2013 selezionati fra più di 600 artisti provenienti da tutta Italia. Parallelamente alla musica, insieme ai compagni di viaggio dell’associazione culturale Il “Dubbio” e della “Film Discaunt” realizza nel 2008 in qualità di autore, intervistatore e assistente al montaggio il documentario “Il sogno dei Zezi” regia di G. Bellasalma e B. Guadagno girato a Pomigliano D’arco (Napoli) e collabora alla realizzazione del documentario “La morte di Girasole” regia di G. Bellasalma e B. Guadagno girato a Venosa (Potenza) nel 2006. Quest’ultimo lavoro vince il Premio speciale della giuria all’Arcipelago Film Festival il premio come miglior documentario al Genova Film Festival e come migliore documentario sul tema del lavoro al Potenza Film Festival.
Dal 2017 il gruppo “Filuccio e Fattacci” di cui è chitarrista, affronta un ampio repertorio legato alla musica popolare e alla canzone umoristica esibendosi regolarmente nella scena musicale underground romana legata ai diversi club di live e intrattenimento e partecipando a diversi festival legati alla musica folk e ai buskers contest. Non sono mancati in questi anni anche diverse esperienze all’estero, concerti nelle piazze del centro-sud italiano e collaborazioni continuative con Società di eventi per cene-concerto riguardanti la musica romana e napoletana. Nel 2023 inizia la collaborazione con i Traindeville e con il trio “A nos amours” con il fisarmonicista Mirko Ceccaroli e la cantante e attrice Adele Tirante.

La Location: Zurla Bistronomia

L'evento si svolgerà presso Zurla, un luogo progettato per accogliere, coinvolgere e stupire i suoi ospiti. L'atmosfera è una fusione di arte, design, eleganza, colore e creatività, una sinergia che si riflette nei piatti proposti e nell'accoglienza dello staff.

“La "Z" nel nostro logo rappresenta la nostra essenza: Zest, Zeal, Zenith! È l'energia che mettiamo in ogni piatto (Zest), la passione che guida il nostro servizio (Zeal) e l'eccellenza che raggiungiamo (Zenith).” dice Youssef, proprietario del locale.


Organizzatore

La magia degli spettacoli dal vivo è un'esperienza che ci fa vibrare l'anima! 

Restate sintonizzati per scoprire il nostro eclettico cartellone di eventi live!

Luogo dell'evento

Zurla, Via Placido Zurla, 68, 00176 Roma

FAQ

  • Non ho ricevuto il mio biglietto tramite email. Cosa devo fare?

    La prima cosa da fare è controllare i tuoi filtri di spam/posta indesiderata e le tue caselle di posta in arrivo. I tuoi biglietti sono stati inviati come allegato e alcuni servizi email tendono a considerarli come spam. In alternativa, puoi sempre trovare i tuoi biglietti all'interno del tuo account Billetto, a cui puoi accedere tramite browser o app Billetto dedicata. Per ulteriore assistenza, leggi qui.

  • Desidero annullare il mio biglietto e ricevere un rimborso. Cosa devo fare?

    L'approvazione dei rimborsi è a sola discrezione dell'organizzatore, e dovresti metterti in contatto con l'organizzatore dell'evento per discutere le opzioni a tua disposizione. Per contattare l'organizzatore dell'evento, non devi far altro che rispondere alll'email di conferma del tuo ordine oppure utilizzare il modulo "Contatta l'organizzatore" sul profilo dell'organizzatore. Per ulteriore assistenza, leggi qui.

  • Mi sono registrato sulla lista d'attesa, e adesso?

    Se vengono resi disponibili altri biglietti, riceverai una notifica (tramite email) assieme agli altri iscritti alla lista. L'acquisto avviene in base all'ordine delle richieste effettuate. Per ulteriori informazioni, leggi qui.

  • Dove trovo un link a un evento online?

    Controlla la pagina di conferma o l'email di conferma del tuo ordine. Solitamente, l'organizzatore dell'evento fornisce i dettagli nell'email di conferma dell'ordine, oppure in un'email successiva contenente un link all'evento online. Puoi anche leggere la descrizione dell'evento su Billetto, dove l'organizzatore dell'evento dovrebbe descrivere le modalità per accedere all'evento online. Per ulteriori informazioni, leggi qui.

  • Cos'è la Protezione Rimborso e perché dovrebbe servirmi?

    La Protezione Rimborso ti fornisce la garanzia che, laddove circostanze imprevedibili e inevitabili interferiscano con la tua possibilità di partecipare a un evento, potrai richiedere un rimborso. Per ulteriori informazioni, leggi qui.

Scopri di più