SERENIN, DAL MAR NERO AL MAR LIGURE / Linea Genova-Istanbul

l'evento è terminato

SERENIN, DAL MAR NERO AL MAR LIGURE / Linea Genova-Istanbul

Biglietti da Gratis

Luogo

Data

Ott 09 2020 21:00 - 23:00

Descrizione

Le popolazioni marinaresche di Liguria e Turchia hanno dato vita per secoli a scambi commerciali e culturali, da Genova a Istanbul e fino a Riza o a Trebisonda, sulle rive orientali del mar Nero.

Con loro hanno viaggiato anche la musica e gli strumenti: la cornamusa è chiamata tulum in Turchia e musa pastorale o piva in Liguria; l’oboe popolare, molto simile nella forma, è chiamato zurna in Turchia e piffero negli appennini liguri; il duduk o mey turco è l’antenato del nostro clarinetto popolare in do; il kemençe a corde è la nostra ghironda.

Partendo da questi presupposti, Cabit ha riunito un ensemble di musicisti liguri e turchi, selezionato alcuni brani delle rispettive tradizioni per scambiarsi il materiale scelto e riarrangiarlo ognuno nel proprio stile, in modo che i brani mescolassero le tipiche sonorità e caratteristiche dei due popoli in un confronto aperto su canzoni e balli tradizionali delle due zone geografiche.

Lo stesso incontro fra Genova e Istanbul, raccontato e suonato, avverrà in collegamento in questa sera sul mare con la partecipazione di tutti i musicisti che hanno dato vita al progetto. 


A proposito di Serenin...
«Questo disco racconta una storia (fatta di una costellazione di tante piccole storie, undici piccoli sogni inventati da persone nate su sponde diverse per raccontarsi e danzare) che sembra quasi un'epitome sonante e vibratile del gioco di sponde, di invenzioni, di scambi che ha conosciuto il Mediterraneo. Mette a confronto, con un atto di scelta e di volontà, due ceppi culturali e musicali cresciuti guardando il mare davanti e sapendo come affrontarlo, e sapendo di avere alle spalle il riparo e l'occlusione al contempo dei monti. L'uno i turchi lo chiamavano Kara Deniz, il Mar Nero, l'altro, la nostra porzione, Ak Deniz, il Mare Bianco. Racconta la storia di musicisti liguri che hanno il salmastro nelle mani, e il profumo delle erbe selvatiche delle valli interne che portavano verso il grande Nord. Che ebbero perantenati mercanti sfrontati e coraggiosi che sulle coste turche ci andarono per davvero a vivere, a cercare una cerniera di scambi possibile con l'Oriente, e lì, ove poterono, come dice un proverbio, “fecero un'altra Genova”».
Guido Festinese


a cura di Edmondo Romano

con: Cabit

che per l'occasione riunisce

in porto a Genova: Davide Baglietto cornamuse, low whistle; Matteo Dorigo ghironda; Simona Fasano voce; Matteo Merli voce; Edmondo Romano sax, clarinetto, ocarine, flauti, cornamuse; Daniele Scurati fisarmonica; 

in streaming da Istanbul: Fahri Celebi darabouka, dholla; Kenan Damar chitarra; Alparlsan Kurtoglu kemenche, voce; Filiz Ilkay tulum, voce; Onur Ural zurn, duduk; Erhan Zaza davul.

conduce: Guido Festinese

traduce: Atika Yeginoglu


ATTENZIONE / Misure per il contenimento della diffusine del Covid-19

  • Per garantire la sicurezza di tutti gli spettatori l’ingresso sarà consentito solo previa esibizione del biglietto nominativo.
  • Non sarà consentito l’accesso in caso di temperatura corporea superiore a 37,5°.
  • Per tutti gli spettatori vige l’obbligo di utilizzo della mascherina, non sarà ammesso l’accesso alle persone sprovviste.
  • All’ingresso gli spettatori dovranno provvedere all’igienizzazione delle mani tramite gel igienizzante messo a disposizione dallo staff ZPGE.
  • Durante l'evento gli spettatori dovranno disporsi secondo le indicazioni dello staff e mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro gli uni dagli altri.

Grazie per la collaborazione!

Lo Staff Zones Portuaires / Genova

Organizzatore

Zones Portuaires è un progetto interdisciplinare dedicato alle Città di Porto, che promuove l’incontro e lo scambio tra il mondo al di là delle cinte doganali e lo spazio urbano.

Nato a Marsiglia nel 2008, dal 2015 Zones Portuaires si tiene come Festival anche a Saint-Nazaire, sull’Atlantico, ed è approdato a Genova con l’obiettivo di contribuire al confronto interdisciplinare tra Porto e Città, al fine di rafforzare la reciproca conoscenza, attraverso l’apertura straordinaria al pubblico di luoghi normalmente inaccessibili.

Negli anni il Festival si è evoluto in un progetto ampio e costante, configurandosi come un dispositivo che attiva percorsi di ricerca e azione culturale, attraverso un approccio che include la partecipazione attiva delle comunità portuali in tutte le sue fasi.

La contaminazione tra diversi linguaggi artistici e multidisciplinari stimola l’interesse di un vasto pubblico, che include cittadini e visitatori di ogni età e provenienza, e innesca nuove dinamiche di interazione tra enti pubblici e privati.

L’identità portuale è svelata e valorizzata attraverso esplorazioni, navigazioni, azioni artistiche ‘site-specific’, incontri, esposizioni, performance, negli spazi pubblici e interstiziali tra città e porto.

A Genova il progetto è curato dall’Associazione U-BOOT Lab e promosso da Incontri in Città (DAFiSt – UniGE).

Luogo dell'evento

Isola delle Chiatte / Porto Antico Isola delle Chiatte / Porto Antico, Via al Mare Fabrizio de André, 16128 Genova

FAQ

  • Non ho ricevuto il mio biglietto tramite email. Cosa devo fare?

    La prima cosa da fare è controllare i tuoi filtri di spam/posta indesiderata e le tue caselle di posta in arrivo. I tuoi biglietti sono stati inviati come allegato e alcuni servizi email tendono a considerarli come spam. In alternativa, puoi sempre trovare i tuoi biglietti all'interno del tuo account Billetto, a cui puoi accedere tramite browser o app Billetto dedicata. Per ulteriore assistenza, leggi qui.

  • Desidero annullare il mio biglietto e ricevere un rimborso. Cosa devo fare?

    L'approvazione dei rimborsi è a sola discrezione dell'organizzatore, e dovresti metterti in contatto con l'organizzatore dell'evento per discutere le opzioni a tua disposizione. Per contattare l'organizzatore dell'evento, non devi far altro che rispondere alll'email di conferma del tuo ordine oppure utilizzare il modulo "Contatta l'organizzatore" sul profilo dell'organizzatore. Per ulteriore assistenza, leggi qui.

  • Mi sono registrato sulla lista d'attesa, e adesso?

    Se vengono resi disponibili altri biglietti, riceverai una notifica (tramite email) assieme agli altri iscritti alla lista. L'acquisto avviene in base all'ordine delle richieste effettuate. Per ulteriori informazioni, leggi qui.

  • Dove trovo un link a un evento online?

    Controlla la pagina di conferma o l'email di conferma del tuo ordine. Solitamente, l'organizzatore dell'evento fornisce i dettagli nell'email di conferma dell'ordine, oppure in un'email successiva contenente un link all'evento online. Puoi anche leggere la descrizione dell'evento su Billetto, dove l'organizzatore dell'evento dovrebbe descrivere le modalità per accedere all'evento online. Per ulteriori informazioni, leggi qui.

  • Cos'è la Protezione Rimborso e perché dovrebbe servirmi?

    La Protezione Rimborso ti fornisce la garanzia che, laddove circostanze imprevedibili e inevitabili interferiscano con la tua possibilità di partecipare a un evento, potrai richiedere un rimborso. Per ulteriori informazioni, leggi qui.