Convegno Yoga e Salute

Sep 07 2019 10:00 - 14:00

Palazzo Lanfranchi, Piazzetta Pascoli,1, 75100 Matera

Medici ed Insegnanti di Yoga si confronteranno su alcuni degli aspetti di tale disciplina che possono relazionarsi con i temi della Salute. In quali modi lo Yoga può contribuire alla promozione della salute; con quali processi può incidere profondamente sul piano fisico, psicologico ed emotivo, cognitivo ed intellettuale. Ci si interrogherà sul significato di uno Yoga sostenibile; sulle precauzioni da adottare per una pratica corretta, sugli eventuali rischi. Saranno trattati vari temi che toccano gli aspetti più pratici della vita: i significati di “salute”, la relazione tra yoga ed alimentazione, la funzione di rieducazione respiratoria, i benefici della pratica per le donne, l'utilità dello yoga per lo stress. Alla base della proposta del Convegno, una visione dello Yoga quale strumento di ricerca dell'equilibrio per l'individuo e per la collettività, disciplina in grado di aiutare l'essere umano nel suo percorso di ricerca e di evoluzione, ricordando che quando mente e corpo sono in salute è possibile condurre una vita più soddisfacente e arrivare a una migliore conoscenza di se stessi.

Barbara Biscotti :Dire  il vero sullo yoga e le sue possibili applicazioni “terapeutiche”
Lo yoga oggi in Occidente è assurto al ruolo di vera e propria

rappresentazione sociale, o meglio di diverse rappresentazioni
sociali. Tra le molte forme e funzioni che gli vengono attribuite vi
è anche quella attinente all’ambito terapeutico. Se
dagli USA infatti proviene prevalentemente una interpretazione dello
yoga secondo il paradigma “fitness”, l’India - con
l’istituzione del Ministero dell’AYUSH, il riconoscimento da
parte dell’ONU della Giornata mondiale dello yoga, il varo di un
protocollo di certificazione, di portata mondiale, degli insegnanti -
propone invece con forza una declinazione di tale disciplina in forma
di strumento terapeutico alternativo; interpretazione che conosce
anche in Europa un certo successo. In
Italia al divieto, sancito normativamente, di utilizzare il termine
“terapia” al di fuori dei contesti ufficialmente riconosciuti
come tali, fa eco da un lato una forte istanza degli utenti, che
spesso approcciano lo yoga con aspettative di “cura”, e
dall’altro la convinzione di molti seri insegnanti che la
disciplina in questione possa soddisfare, almeno in parte, tale
richiesta.  Ma quali sono le evidenze scientifiche di una potenzialità dello yoga
di agire a favore dello stato di salute degli individui? Come
selezionare le informazioni veritiere in proposito, rispetto alle
molte false o, quanto meno, non fondate su un serio approccio
scientifico? In quale senso si può affermare che lo yoga svolga
anche un’azione di tipo terapeutico? Infine, quali sono i rischi
associati a una veicolazione dello yoga come terapia e,
eventualmente, alla pratica stessa dello yoga per soggetti in
condizioni non ottimali di salute psico-fisica? Queste
le principali questioni su cui si cercherà di fornire un contributo
chiarificatorio, alla luce della natura specifica della disciplina
yogica.

Elena Carovigno : I benefici dello yoga nel mondo femminile
Loyoga è davvero una disciplina sorprendete e adatta a tutti, a

qualsiasi età. Ad oggi la maggiore parte dei praticanti sono in
netta prevalenza donne. Diversi studi riportano che lo yoga migliora
l’equilibrio ormonale ed è di grande aiuto alle donne in periodi
delicati quali il ciclo , la gravidanza e la menopausa. E’
una disciplina antichissima che aiuta a : 

Combattere
l’insonnia.
Studi scientifici hanno dimostrato che anche solo
20 minuti di yoga al giorno sono in grado di aiutare ad addormentarsi
più velocemente.

Rallentare
l’invecchiamento.
Praticare attività fisica aiuta ad
invecchiare meglio, e lo yoga non fa eccezione. Aiuta a mantenere un
corpo più sano, elastico e resistente.

Regolare
il ciclo mestruale.
Si riscontrano numerosi benefici per donne
affette da amenorrea, dismenorrea e da cicli irregolari.

Fa bene in gravidanza. Esistono numerosi corsi dedicati alle donne
in gravidanza, pensati per preparare la muscolatura pelvica al parto
e a gestirne la componente emozionale attraverso il controllo del
respiro. Dopo il parto lo yoga è un utile per recuperare tonicità
ed energia sia sul piano fisico che mentale.

Lo Yoga, secondo una revisione di studi pubblicata su Frontiers in
Psychiatry, produrrebbe effetti benefici anche sui principali
disturbi psichiatrici, con effetti positivi sui sintomi della
depressione, i disturbi del sonno, l'ADHD e la schizofrenia.

Adriana  Crisci  Prendersi  cura di se per arrivare al Sé
In un mondo sempre più pieno di rumore, pensieri, parole ed azioni

divengono più inconsapevoli e l'attitudine all'ascolto e alla cura
di se lontana. Ci accontentiamo di vivere con un equilibrio personale
precario, spesso sotto stress, travisando i ritmi naturali e gli
equilibri che sono alla base della salute così come definita
dall'OMS: “Uno stato di completo
benessere fisico, mentale e sociale e non semplice
assenza di malattia”. Il percorso dello yoga ci educa all'ascolto,
all'interiorizzazione, alla concentrazione, alla comprensione
dell'unità nella diversità e a prenderci cura di noi stessi per
arrivare al Sé.

Laura Ferrari   Abitare il respiro fisiologico

Proposta di una breve pratica di esplorazione degli spazi respiratori,
attraverso un lavoro di mobilizzazione articolare, di distensione
muscolare e di attenzione inclusiva. Prima di qualunque tecnica
formale di Pranayama, sperimenteremo alcune condizioni di possibilità
perché il respiro fisiologico si faccia più ampio, profondo,
libero, privo di sforzo, e divenga pilastro di benessere.

Diego  Navarro Yoga e Ayurveda
LoYoga e l'Ayurveda hanno molti concetti in comune. In Occidente, lo Yoga e

l'Ayurveda sono molto conosciute ma entrambe sono soggette a
molteplici distorsioni. Parlare dei punti di connessione ci fa
comprendere come lo Yoga e l'Ayurveda insieme sono un ottimo sistema
per una salute ottimale e per acquisire una maggiore consapevolezza.
Yoga e Ayurveda sono antiche scienze con metodi che aiutano la
trasformazione dell'individuo. Pratiche di yoga, tecniche di
meditazione, i prana, i rimedi e tante altre esposizioni di
interesse, ci porteranno a comprendere meglio la connessione tra
questi antichi sistemi che promuovono la salute, in senso
olistico, dell'individuo.

 Yoga e Alimentazione
Esiste  una relazione tra yoga e alimentazione? Come è possibile, grazie

all'atto del cibarsi migliorare il nostro benessere fisico, mentale e
vivere in maniera più etica? Si dice che tutto sia cibo e quindi non
è importante solo quello che mangiamo ma anche il come mangiamo, il
nostro atteggiamento verso il cibo e quale effetto desideriamo
ottenere dal cibo che consumiamo. Cosa è Annamayakosha e come
nutrirlo in maniera ottimale per il nostro viaggio della vita.

TAVOLA ROTONDA YOGA E SALUTE
Alla tavola rotonda parteciperanno:

Coordinamento
Puglia e Basilicata della YANI ( Yoga Associazione Nazionale
Insegnanti)
Corpo  di Soccorso Emergency dott. Rocco Guglielmi


Nella tavola rotonda è prevista anche l'interazione con il pubblico
presente per rispondere alle domande che quest'ultimo vorrà
rivolgere, ai relatori in merito al tema del Convegno.

CURRICULUM SINTETICO DEI RELATORI DEL CONVEGNO

BARBARA  BISCOTTI

Insegna yoga a Milano secondo la tradizione di Nil Haoutoff,
tramandata da P. Tomatis e C. Conte. È vicepresidente della YANI
(Yoga Associazione Nazionale Insegnanti) e ha coordinato il tavolo
UNI per la predisposizione della norma tecnica sulla figura
professionale dell’insegnante di yoga. È autrice di numerosi
articoli usciti su Percorsi Yoga ed è stata curatrice della collana
Corriere della Sera-YANI “Yoga. Teoria e pratica”, nonché
autrice di alcuni volumi della stessa. È coautrice, con A. Farina,
di Mangiare Yoga. Pratica e alimentazione: un rapporto vitale,
Solferino Edizioni, in corso di pubblicazione (17 ottobre 2019). È
docente al Master in Yoga Studies dell’Università Ca’ Foscari di
Venezia.

ELENA  CAROVIGNO

Dririgente medico. Referente donazione sangue cordone ombelicale (Sco)-
A.O.R.S.CARLO Potenza. Docente di bioetica dell'Unesco. Presidente
dell'Associazione Donne Medico di Potenza. Socio fondatore del
Comitato di Scopo Cittadinanza di Genere. Docente corsi ECM per
tecnici di laboratorio, medici, biologi, ostetriche ed infermieri.
Docente corso di laurea in scienze infermieristica, in ostetrica
Università Cattolica del Sacro Cruore Roma- Facoltà Medicina e
Chiururgia- Sede A.O.R.S. Carlo Potenza. Responsabile scientifico e
docente dell'Evento “ Parliamo di Genere. Nuove conoscenze di
medicina, farmacologia e psicologia”. Co-responsabile/Responsabile
dell'organizzazione di corsi ECM. Autore e coautore di lavori
scientifici presentati a congressi nazionali ed internazionali e
pubblicati su riviste nazionali ed internazionali.

ADRIANA  CRISCI

Il  suo percorso di formazione è iniziato in India dove si è recata
molte volte. Ha completato la sua formazione di insegnante presso
l'Asociacion International De Yoga Yoghismo. E' insegnante anche dei
Riti Tibetani e di Ancient Tibetan Techniques Buddho Meditation. Ha
lavorato per anni come Insegnante di Yoga presso l'Ospedale San
Carlo, Dipartimento Disturbi dell'Ansia e dell'Alimentazione. Ha
insegnato yoga nella scuola primaria e superiore, dove oltre ai corsi
per alunni ed insegnanti ha tenuto anche conferenze. Ha collaborato
con varie associazioni nell'ambito della salute e partecipato come
relatrice a convegni sulla medicina. E' stata ideatrice per l'AVI di
una sezione web dedicata allo Yoga e al Vegetarianesimo. Ha condotto
programmi radiofonici e scritto vari articoli sullo yoga. E' autrice
di un libro e il secondo libro dal titolo Fast Food Yoga sarà
pubblicato a Settembre 2019. Ha rivestito nella Yani, ( Yoga
Associazione Insegnanti Yoga) il ruolo di coordinatrice per
Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia e dal 2018 è membro del
Consiglio Direttivo della stessa.


LAURA  FERRARI

Dottoressa in Filosofia, diplomata Insegnante di Yoga nel

1998 (Centro Istruttori Yoga Agon, Bologna, Direttore Bruno
Baleotti). L'incontro con Mark e Joanne Darby (Ashtanga Vinyasa Yoga)
prima, con Stefania Redini ed Eric Baret (Spiraldynamik e scuola non
duale del Kashmir) e con il Metodo Feldenkrais poi, la portano a
declinare la propria didattica sempre più nel senso di una proposta
di apprendimento attraverso il movimento. Responsabile di progetti di
Yoga in contesti sanitari e socio/economici di disagio. Responsabile
di progetti di Formazione Continua riconosciuti da Yani
(Yoga-Associazione Nazionale Insegnanti). Coordinatrice Regionale per
l'Emilia Romagna e membro del Consiglio Direttivo della Yani.


DIEGO NAVARRO

Laureain Medicina e Chirurgia (7.7.77 voto 110 e lode), specializzazione in

Radiologia, Radioterapia e Medicina Nucleare con il massimo dei voti
e lode. Ordinario di Radiologia ospedale Cardarelli di Napoli dal 78
al 92 e docente di Ecografia all’Università di Napoli, della SIRMN
(Società Italiana Radiologia e Medicina Nucleare) e della SIUMB
(Società Italiana di Ultrasuoni in Medicina e Biologia). Dagli
anni ’90 inizia ad interessarsi di fitoterapia spagirica, filosofia
alchemica e Ayurveda. Da oltre 25 anni è docente di Medicina Vedica
e Ayurveda Maharishi, tiene regolarmente corsi di base, di
approfondimento e di perfezionamento in Medicina Ayurvedica e
teorico-pratici di alimentazione ayurvedica in Italia e all’estero.
Presidente Onorario Ami-Ayurveda e già presidente della Società
Medica Ayurvedica. Da oltre 25 anni pratica arti marziali (cintura
nera di karatè) e yoga, di cui è istruttore.